Offcanvas Section

You can publish whatever you want in the Offcanvas Section. It can be any module or particle.

By default, the available module positions are offcanvas-a and offcanvas-b but you can add as many module positions as you want from the Layout Manager.

You can also add the hidden-phone module class suffix to your modules so they do not appear in the Offcanvas Section when the site is loaded on a mobile device.

Perché la scuola sia davvero di tutti

“La scuola che perde Gianni,
non è degna di essere chiamata scuola”
don L. Milani


La scuola è impegnata da sempre nel realizzare un ambiente accogliente e inclusivo, dove ognuno possa stare bene e dare il meglio secondo le sue potenzialità e capacità.
Gli insegnanti curricolari e di sostegno collaborano nella progettazione, valutazione e verifica dei percorsi di recupero, potenziamento, sostegno.
Dedichiamo cura e attenzione nella progettazione dei diversi percorsi (PEI, PDF, PDP...), poiché crediamo che interventi educativi e didattici tempestivi ed efficaci possano cambiare la storia di disabilità e inclusione di un bambino.


Sono previste le diverse forme di recupero e sostegno (attività di supporto in classe, attività laboratoriali, in piccolo gruppo e individuali…) e un lavoro condiviso delle insegnanti nell’ottica dell'alternanza dei ruoli e della contitolarieta'.
La scuola lavora in rete con i soggetti coinvolti nel processo inclusivo per gli alunni con Bisogni Educativi Speciali: i genitori, le Asl, i Centri di riabilitazione…
Inoltre, prevediamo percorsi di formazione per i docenti sui processi di apprendimento e sulle pratiche e strategie inclusive.

Nella nostra attività educativa e didattica riteniamo fondamentale:

  • l’osservazione che ci permette di individuare i punti di forza di ognuno e utilizzarli come punti di partenza per progettare il lavoro didattico.
  • la diversificazione degli interventi: ci impegniamo a porre attenzione agli stili e ai modi di apprendere e di capire di ogni alunno nel rispetto dei ritmi individuali, per realizzare una reale personalizzazione del percorso formativo di ciascuno.
  • la valorizzazione del gruppo classe: Intendiamo considerare la diversità come ricchezza e di conseguenza sfruttare la forza del gruppo-classe per coinvolgere, per chiarire, per motivare, per valorizzare le idee di ognuno, per crescere insieme; trasformando così la classe in una vera «comunità» di relazioni, all’interno della quale si vive senso di appartenenza, si è stimati, si può contribuire con le proprie capacità.
  • l’ apprendimento cooperativo e tutoring da parte dei compagni: ci impegniamo a creare un clima di classe non competitivo, ma cooperativo, e a favorire la discussione e le riflessioni collettive;
  • l’utilizzo di frequenti feedback di fiducia e di incoraggiamento che contengano consigli su come procedere.
  • la semplificazione del compito
  • le attività laboratoriale a coppia, in piccolo gruppo
  • le attività di riflessione metacognitiva
  • le attività individualizzate mirate allo sviluppo di abilità e competenze
  • gli interventi psicoeducativi che si basano sull’analisi e comprensione dei comportamenti problema e sulla ricerca delle strategie più efficaci.

PIANO ANNUALE PER L'INCLUSIONE A.S. 2019/2020

 

Allegati: Legislazione sull'inclusione

Giornata tipo

7,30 – 9,00                         accoglienza dei bambini

9,00 – 9,30                         gioco libero -preghiera

9,40 -  12,00                       attività educative e didattiche:

▶ascolto di storie e fiabe e canzoncine

▶disegno

▶ memorizzazione di filastrocche e poesie…

▶ attività motoria

▶ manipolazione

▶drammatizzazione

▶Religione

▶lingua straniera

▶ avvio alla prelettura, prescrittura e precalcolo

 

12,15 –13,00                      pausa pranzo

13,00 – 13,30                     momento ricreativo comunitario

13,30 – 16,00                     attività educative e didattiche – intersezione

La SCUOLA DELL’INFANZIA ha come finalità l’identità, l’autonomia, le competenze, la cittadinanza. Ad esse si tende attraverso la promozione delle competenze di base: cognitive, emotive e sociali, attraverso cioè esperienze significative che i campi di esperienza rendono possibile consentendo di raggiungere i seguenti traguardi in uscita come da Indicazioni Nazionali 2012:

  • Partire dal sé e dare progressiva importanza agli altri e ai loro bisogni: prendere coscienza della propria identità; scoprire le diversità culturali, religiose, etniche (Il sé e l’altro).
  • Rendersi conto dell’importanza di stabilire regole condivise, dei propri diritti e doveri; riflettere sulle conseguenze delle proprie azioni;
  • scoprire le potenzialità espressive e comunicative del proprio corpo, riconoscere le differenze sessuali e di sviluppo (il corpo e il movimento)
  • Imparare a dialogare, ad ascoltare, a giocare con la lingua italiana; scopre la presenza di altre lingue e la sua possibilità comunicativa in lingua inglese. (I discorsi e le parole)
  • sperimentare la pluralità dei linguaggi per esprimere pensieri ed emozioni (immagini, suoni, colori)
  • Osservare, esprimere curiosità, interesse, porre domande, sulle cose, su di sé, sugli altri, su Dio (Conoscenza del mondo)

Le risorse interne della scuola sono rappresentate dal seguente organico:

nr° 5 docenti in organico funzionale

nr° 1 docente di sostegno

nr°  5 assistenti

I bambini sono divisi nelle cinque sezioni dell’infanzia secondo l’età.